Non solo mamme imperfette

Locandina serieLa scorsa settimana mi sono gustata con piacere l’avvio della nuova web-serie “Una mamma imperfetta”: 8 minuti al giorno, girati con grande leggerezza, che raccontano le vicende e le riflessioni di Chiara, madre imperfetta appunto, alle prese con la vita familiare, lavorativa e tutto quello che ne consegue. Devo dire che l’effetto della visione delle mini puntate è per me un sano divertimento e lo consiglio vivamente a tutti i genitori. Alcune scene e situazioni sono davvero ben realizzate e centrate, soprattutto agli occhi di una mamma.

Oltre al divertimento però la  mini serie, visto il tema, consente anche alcune riflessioni.

Partiamo dal titolo: Mamma Imperfetta. Trovo fantastico ribadirlo, fa bene a tutte le donne e le mamme troppo impegnate a raggiungere un ideale impossibile di perfezione  in tutto ciò che facciamo (ma è quello che la società ci chiede e sono ancora in tante a cadere nel tranello!). Mi viene da dire che possiamo anche allargare il concetto: siamo mogli imperfette, figlie imperfette, cittadine imperfette, professioniste imperfette, amiche imperfette…insomma, persone imperfette! E a questa imperfezione anche gli uomini non si sottraggono. Se ci guardiamo con questi occhi, con uno sguardo realistico rispetto alle aspettative che possiamo avere su di noi o che gli altri ci rimandano, credo si possa vivere  con più leggerezza, autenticità e serenità, senza prenderci troppo, sempre sul serio. E non solo: capendo e accettando le nostre ambiguità, i nostri limiti, le nostre incoerenze potremo capire e accettare anche quelle degli altri, in primis i nostri figli e smettere di essere con loro critici ed esigenti come possiamo esserlo con noi.

Un elemento però è fondamentale in tutto questo, ed è la qualità dello sguardo con cui ci diciamo “si, sono imperfetta” e la qualità del sentire che associamo a questa consapevolezza. Quello che serve, per liberarsi da fardelli, sensi di colpa e affanni, è uno sguardo affettivo, accogliente, comprensivo, anche spiritoso rispetto alle nostre “mancanze” e umane imperfezioni. Uno sguardo accettante, non colpevolizzante o critico, che ci fa dire alla fine “…ma va bene così come sono”. Se al contrario, la consapevolezza dell’imperfezione ci fa sentire inferiori agli altri, ci mette in corsa verso il loro modello, ci porta a volerli imitare in una battaglia senza fine e senza successo (come forse rischia di fare Chiara, la protagonista della serie in alcuni punti),  allora siamo in un’altra dimensione, da cui è più difficile uscire e liberarsi, quella del giudizio senza appello. E  lo stesso metro di valutazione, rigido e limitante, che usiamo per noi, lo useremo per gli altri.

Mi viene da riflettere anche sull’oggetto dell’imperfezione. Troppe volte rischiamo di considerarci mamme mancanti (e un pò la serie corre questo rischio) perchè non sappiamo fare qualcosa (p.e. la torta, la lavatrice, arrivare puntuale, finire tutti i punti della to do list quotidiana….), dimenticando che ai nostri figli interessa ciò che siamo e come viviamo ogni singolo momento. I bambini non crescono felici con le torte perfette e le case immacolate ma con l’amore incondizionato. E allora, se ci spostiamo sull’essere, perchè siamo mamme imperfette? Forse perchè non siamo sempre capaci di pazienza, di ascolto, di attenzione e sintonizzazione sulle esigenze del bambino..perchè qualche volta gridiamo troppo, ci arrabbiamo tanto, diciamo quella parola che non dovremmo dire, abbiamo qualche aspettative che non dovremmo avere, insomma sbagliamo..Ma come dice D. Winnicott “La differenza tra una madre buona e una cattiva non sta nel commettere errori, ma in ciò che si fa degli errori commessi.”

Pensiamo dunque alle nostre personali imperfezioni, definiamole, identifichiamole per poi accettarle, comprenderle e cercare di superarle, sempre mantenendo uno sguardo affettivo e benevolente verso noi stessi. Così facendo dedicheremo ai nostri figli quello stesso sguardo di amore incondizionato quando sbaglieranno come noi e si sveleranno nella loro naturale, bellissima imperfezione. 

Annunci
Immagine | Questa voce è stata pubblicata in Genitori e figli e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Non solo mamme imperfette

  1. thesunmother ha detto:

    Il tuo post raccoglie tutto quello che penso e che vorrei riuscire a mettere sempre in pratica. Qualche volta non riesco ad accettare le mie imperfezioni, altre volte ci rido sopra. L’autoironia aiuta 🙂
    Bellissimo post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...